Ora che sei a conoscenza di tutti i dati e le informazioni più importanti su concepimento, gravidanza e fertilità, passiamo a una descrizione più chiara e approfondita dell'interazione fra tutti questi elementi.

L'orologio biologico

Probabilmente il termine "orologio biologico" non ti è nuovo, ma cosa significa esattamente? Il concepimento avviene quando lo spermatozoo dell'uomo feconda l'ovulo della partner. Mentre però gli uomini producono spermatozoi con cadenza più o meno regolare nel corso della vita, per le donne è tutta un'altra storia.

Al momento della nascita, la donna dispone già di tutti gli ovuli che le serviranno e non ne produce altri negli anni. Anzi, il maggior numero di ovuli in assoluto viene raggiunto proprio quando la donna è ancora... nell'utero della madre: un feto di 20 settimane possiede circa 7 milioni di ovuli. Entro la nascita, il numero si riduce a circa 2 milioni. Questa progressiva diminuzione, tuttavia, non deve preoccupare: si tratta di un processo costante e naturale, del tutto indipendente da pillole, gravidanze, integratori alimentari e persino stato di salute o stile di vita. Nella pubertà, in corrispondenza del menarca (la prima mestruazione), alla donna rimangono tra i 300.000 e i 500.000 ovuli. Durante l'ovulazione, nella maggior parte dei cicli mestruali uno di questi ovociti matura e si sposta nell'ovaia per essere fecondato. Da questo momento in poi la riserva ovarica è destinata a ridursi ulteriormente e ogni mese vanno persi circa 1.000 ovociti. Nel corso della vita, un individuo di sesso femminile rilascia circa 500 ovuli maturi dalle ovaie. Una volta esauriti, le ovaie interrompono la produzione di estrogeni e inizia la cosiddetta "menopausa". La maggior parte delle donne la vive intorno ai 50 anni: per l'esattezza, l'età media nei Paesi sviluppati è di 51,4 anni (1). Dopo la menopausa, non è più possibile avere figli. Insomma, le lancette dell'orologio biologico corrono. Ma forse non tutto è perduto: i ricercatori di Harvard hanno scoperto all'interno delle ovaie umane la presenza di cellule staminali che, a loro parere, in futuro potrebbero aiutare le donne sterili a produrre nuovi ovuli. Sarà davvero possibile un giorno fermare l'orologio biologico?

1Henderson KD. et al Predictors of Timing of Natural Menopause in the Multi-ethnic Cohort Study. Am J Epidemiology. 2008;167:1287-94
 
1/3