Risposte alle domande più frequenti

 
  • Qual è il grado di accuratezza dei test di gravidanza Clearblue?

    Se utilizzati a partire dalla data in cui sono attese le mestruazioni, tutti i test di gravidanza Clearblue sono in grado di rilevare una gravidanza con un'accuratezza superiore al 99%.

  • Quando posso eseguire il test di gravidanza Clearblue?

    La maggior parte dei test di gravidanza Clearblue può essere utilizzata fino a 5 giorni prima dell’eventuale ritardo delle mestruazioni. Se esegui un test di gravidanza prima della data in cui sono previste le mestruazioni e il risultato è "Non incinta", esiste ancora la possibilità che tu possa essere incinta perché i livelli dell'ormone della gravidanza potrebbero non essere sufficientemente elevati da poter essere rilevati. Consulta le pagine di prodotto del test di gravidanza Clearblue per i dettagli sui risultati del test clinico nelle prime fasi di gestazione.

    Per sapere la data prevista per le prossime mestruazioni, calcola la durata normale del tuo ciclo contando il numero di giorni che intercorrono dal primo giorno di mestruazioni al giorno precedente l'inizio del ciclo successivo. Se hai cicli irregolari, è consigliabile considerare il ciclo più lungo degli ultimi mesi prima di eseguire il test.

    Se non hai idea su quale sia la data delle tue prossime mestruazioni, ti consigliamo di eseguire il test di gravidanza almeno 19 giorni dopo aver avuto l'ultimo rapporto sessuale non protetto.

  • Ho effettuato un primo test e ho ottenuto come risultato "Incinta", ma dopo aver ripetuto il test il risultato è stato "Non incinta" (oppure sono iniziate le mestruazioni). Cosa significa?

    Benché il test di gravidanza abbia un'accuratezza superiore al 99% nel rilevare l'ormone della gravidanza a partire dal giorno in cui sono attese le mestruazioni, è possibile ottenere un risultato positivo e scoprire poi di non essere incinta (ovvero è possibile ottenere successivamente un risultato negativo o avere le mestruazioni). Ciò può essere dovuto a una perdita naturale durante le prime fasi della gravidanza, nota come "aborto precoce", che, purtroppo, non è un evento così raro, dato che 1 gravidanza su 4 termina con un aborto. Se i risultati non sono quelli sperati, chiedi consiglio al medico.

  • Cos'è l'ovulazione, quando avviene e perché è importante?

    Sia che tu stia pensando di avere un bambino sia che tu ci stia già provando, capire meglio il funzionamento del tuo corpo può essere d'aiuto. Una coppia su due prova a concepire nei giorni sbagliati del ciclo mestrualei, quindi abbiamo raccolto alcune informazioni per aiutarti a comprendere il ciclo mestruale e il processo di ovulazione. L'ovulazione si verifica quando i cambiamenti ormonali provocano il rilascio di una cellula uovo dalle ovaie - solitamente da 12 a 16 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni successive. La massima fertilità si raggiunge nei pochi giorni che precedono l'ovulazione e nel giorno dell'ovulazione stessa.

    Gli ovuli (cellule uovo) sono contenuti nelle ovaie. Durante la prima fase di ogni ciclo mestruale uno degli ovuli si prepara a essere rilasciato dall'ovaio. Con l'avvicinarsi dell'ovulazione, il corpo produce quantità sempre maggiori di estrogeno. Quest'ormone causa l'ispessimento del rivestimento interno dell'utero e crea un ambiente favorevole per gli spermatozoi. I livelli elevati di estrogeno causano un rapido aumento o "picco" di ormone luteinizzante (LH), che innesca il rilascio della cellula uovo dall'ovaio, questo processo si chiama ovulazione.

    Di solito, l'ovulazione avviene dalle 24 alle 36 ore dopo il picco di LH ed è proprio nel giorno di picco di LH e in quello successivo che si raggiungono i massimi livelli di fertilità.

    La cellula uovo sopravvive fino a 24 ore dopo l'ovulazione, periodo durante il quale può essere fecondata. Se la fecondazione non avviene, i livelli degli ormoni associati alla fertilità diminuiscono e il ciclo successivo inizia con la perdita del rivestimento interno dell'utero (mestruazione).

    Nonostante la vita di una cellula uovo sia di sole 24 ore, gli spermatozoi possono sopravvivere fino a cinque giorni. Pertanto, è possibile che avvenga il concepimento anche se hai avuto un rapporto 4-5 giorni prima del rilascio dell'ovulo.

    i Johnson SR, Foster L and Ellis J. Human Reproduction (2011) 26: i236

  • Quante sono le possibilità di rimanere incinta durante i giorni fertili?

    Le possibilità di rimanere incinta variano da ciclo a ciclo e da donna a donna e dipendono da molte variabili, quali ad esempio l'età della donna, l'età del partner, il loro stato di salute generale e il loro stile di vita. Nel grafico che segue sono indicate le possibilità di rimanere incinta in ciascuno dei giorni compresi nella finestra di fertilità, riportate in uno studioiii:-

    iii Wilcox AJ., et al. NEJM (1995) 333: 1517

  • Como posso sapere quando la mia fertilità è ai massimi livelli?

    Esistono diversi modi per scoprire quali sono i giorni più fertili del ciclo. Uno dei più semplici e accurati è utilizzare dei test di ovulazione.

  • Utilizzo i test di ovulazione da diversi mesi ma non riesco a rimanere incinta. Posso essere sicura che rimarrò incinta?

    Possono essere necessari diversi mesi prima che una donna sana e normale riesca a concepire. Possono esserci diversi motivi per cui non riesci a rimanere incinta, anche se hai avuto un rapporto nel periodo più fertile del ciclo. Continua a provare. Se, trascorsi diversi mesi di tentativi, non si è ancora instaurata una gravidanza, è consigliabile rivolgersi al proprio medico per capire come procedere.

  • Sembra una gran seccatura. Devo proprio usare la contraccezione?

    Se non vuoi rimanere incinta, allora DEVI usare un metodo di contraccezione, ma non deve essere una "seccatura".

    Esistono numerosi e differenti metodi fra cui scegliere con diversi livelli di affidabilità, facilità d'uso, praticità ecc. Alcuni di questi sono "metodi a lungo termine", ad es. la spirale e l'impianto sottocutaneo, che vengono inseriti da un medico e non richiedono altri interventi per mesi o addirittura anni. Altri metodi, come la pianificazione familiare naturale, sono privi di ormoni, non comportano effetti collaterali e hanno il vantaggio di aiutarti a conoscere meglio il tuo corpo e il tuo ciclo mestruale.

    L'importante è trovare il metodo che meglio si adatta ai tuoi attuali bisogni.

  • Quando dovrei cambiare il metodo contraccettivo?

    Durante la vita riproduttiva, quello di cui hai bisogno da un metodo contraccettivo cambia, dato che anche il corpo, lo stile di vita e la fase della vita cambiano. Se pensi che il metodo attuale non sia più ottimale, perché, ad esempio, soffri di sintomi indesiderati correlati alla contraccezione, è difficile o scomodo da usare, non è più affidabile a sufficienza, non ti protegge dalle malattie sessualmente trasmissibili, non si adatta al partner ecc., è ora di cambiare. Non esiste un metodo perfetto. Quindi, anche dopo ulteriori ricerche, potresti scoprire che al momento non c'è un metodo migliore per te. Ma poiché esistono diversi tipi di contraccezione, vale sicuramente la pena informarsi sulle possibili alternative.

  • Cos'è la "panificazione familiare naturale"?

    La "pianificazione familiare naturale" (PFN) è un metodo per evitare il concepimento, in base al quale i rapporti sessuali sono limitati ai giorni del ciclo mestruale in cui è meno probabile che avvenga l'ovulazione.